logotype
17 -September -2021 - 15:33

Hai scaricato questo file 0 volte nelle ultime 24 ore, il limite è 5.
Il totale dei file scaricati è 0 nelle ultime 24 ore, il limite è 5.

FAI BENE E SCORDATELO
 
Questa area è accessibile solo agli utenti registrati.
Per favore, accedi o registrati.

Descrizione:

massimo nr. 15 personaggi – minimo 13)
I Proverbi non sbagliano mai

Commedia in due Atti dei coautori

Gaudiano Carmelo & Piccirillo Alfonso

La Trama in breve

E' il 1° aprile 2003. La Commedia si svolge tutta in casa di Alberto, un vedovo in pensione che festeggia il suo 73° compleanno, allietato dalla presenza dei suoi numerosi congiunti. Purtroppo, essendo alquanto superstizioso, si troverà alle prese con un’infausta premonizione di morte originata dal brutto sogno fatto proprio durante la notte precedente. Pertanto, si preoccuperà di provvedere con urgenza alla successione delle sue proprietà in favore dei figli. Questi però, invece di agevolare i coscienziosi propositi del genitore, faranno di tutto per complicargli la vita, tirando ognuno a destra ed a manca per i propri biechi interessi. Alberto, padre onesto ed irreprensibile, non saprà che pesci prendere: soprattutto non vuole che i figli si scaglino gli uni contro gli altri a causa dei suoi beni… Così, fiaccato dalla maledizione del sogno e deluso dall’egoismo sfrenato dei figli, verrà colto da un brusco malore, comunque passeggero...

Nel secondo atto Alberto, dimesso dall’Ospedale dopo alcuni giorni di accertamenti, senza che peraltro nessuno dei figli si sia curato di fargli visita, escogiterà un sottile stratagemma per sincerarsi delle intenzioni dei figli nei suoi confronti. Infatti, con l’ausilio del medico di famiglia e poi dell’amico Notaio, si fingerà gravemente ammalato a causa dei postumi del recente infarto subito… I figli, messi di fronte agli onerosi obblighi di assistenza nei confronti del genitore, non solo proveranno uno alla volta a defilarsi, ma col timore prospettato di una sua prossima dipartita, cercheranno in tutti i modi di estorcergli una firma sul Testamento che favorisca gli uni ai danni degli altri…
Alberto, profondamente deluso dal comportamento dei figli, da buon padre di famiglia farà comunque buon viso a cattivo gioco…
Perché un padre non può odiare i propri figli, e Alberto non se la sentirà nemmeno di punirli...
Ma l’ultima lezione che impartirà loro nel finale se la ricorderanno per tutta la vita…
Efficace monito di solidarietà umana e unità familiare!

Inviato da:
bandadeimisci (bandadeimisci)
Inviato il
09 Jun 2015
Dimensioni del file:
369.50 Kb
Scaricati:
2
Inviato il
09 Jun 2015
La banda dei Misci - Webproject: Studio Comunicazione Aziendale